lunedì 21 luglio 2014

Delirium di Lauren Oliver

Gli esseri umani, nella loro condizione naturale, sono imprevedibili, capricciosi e infelici. Soltanto quando i loro istinti animali vengono posti sotto controllo possono diventare responsabili, affidabili e soddisfatti.
(Dal libro di Ssh)


Delirium, è il primo della trilogia distopica della scrittrice Lauren Oliver. In Italia è stato pubblicato da Piemme nella collana Freeway.

L'amore è la peggiore delle malattie e deve essere debellato. Questa è il principio che regola le leggi degli Stati Uniti d'America in un futuro distopico non definito. Lena, come tutti i ragazzi minori di 18 anni deve attenersi a rigidissime regole al fine di non essere contagiati dalla tremenda malattia. Solo alla maggiore età infatti, una volta raggiunto lo sviluppo massimo cerebrale tutti vengono sottoposti alla procedura: un intervento che porta via dolore e afflizione lasciando tre piccole cicatrici vicino all'orecchio. Tutti gli abitanti adulti di Portland sono stati sottoposti alla procedura, nessuno può evitarla o almeno così crede Lena.
Una serie di eventi conduce la ragazza e la sua migliore amica Hana a scoprire verità pericolose.

Non è facile scrivere la trama di questo libro senza spoilerare, figuriamoci il commento. Farò del mio meglio. Innanzitutto ho letto questo libro in inglese e ho trovato la scrittura abbastanza semplice e scorrevole. La storia è un po' scontata, o meglio, ci sono colpi di scena che ti aspetti quindi non sono più colpi di scena. 
La protagonista Lena cresce e cambia molto nel corso del romanzo così come la sua amicizia con Hana. L'infanzia difficile la porta ad essere una ragazza responsabile e ligia alle regole imposte fino a quando capisce di non essere disposta a sacrificare la propria vita. Nel corso della trama, Lena riflette molto sul destino inevitabile che le spetta, un destino che non può scegliere. Questo suo aspetto riflessivo che poi si tradurrà in una serie di azioni volte a liberarsi dalle reti della società, mi è piaciuto molto.

La curiosità sfrenata e la facilità di lettura di questi libri mi porterà a leggere anche il resto della saga.

Voi l'avete letto? Cosa pensate della vita di Lena? Voi cosa avreste fatto al suo posto?

A presto!
Patty

Altri post che possono interessarti...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...