sabato 27 settembre 2014

Ignite Me di Tahereh Mafi

"And we are quotation marks, inverted and upside down, clinging to one another at the end of this life sentence. Trapped by lives we did not choose.” 

" E noi siamo virgolette, invertiti e a testa in giù, aggrappati l'uno all'altro alla fine di questa frase che è la vita. Intrappolati in vite che non abbiamo scelto. "



Ignite me è il terzo libro della trilogia Shatter Me scritta da Tahereh Mafi. 
Potete trovare le recensioni dei libri precedenti cliccando sui seguenti link:


Alla fine del terzo libro Juliette, la protagonista della saga riceve un colpo mortale da parte di Anderson, il capo supremo dello stato, animato da pura e semplice vendetta. Il tutto avviene sotto lo sguardo sgomento di Warner che, con l'aiuto di Sara e Sonya, due ragazze guaritrici, riesce a curare la profonda ferita di Juliette. Tutto succede molto velocemente e di punto in bianco Unravel Me finisce, lasciandoci a bocca aperta, sperando di poter leggere il prima possibile il seguito.
Una volta iniziato Ignite Me non riuscivo più a lasciarlo giù, davvero, provare per credere. 
Inizialmente Juliette si sveglia in camera di Warner e cerca di ricostruire con il suo aiuto tutto ciò che è accaduto mentre è stata rapita e poi quasi uccisa. 
L'Omega Point è stato totalmente distrutto e la battaglia sul campo è stato un fallimento, nessuno è sopravvissuto. Juliette non può credere alle sue orecchie, e il dolore per tutto ciò che ha perso non le dà tregua. Solo dopo qualche giorno decide di andare a vedere con i suoi occhi ciò che è rimasto della vecchia base dell'Omega Point. Arrivati sul luogo una voce viene allo scoperto, è Kenji, ha resistito all'attacco e ora in cerca di altri sopravvissuti. Il sollievo nel vedere Juliette è grande ma vedere Warner non lo è altrettanto, è colpa sua se tutto è andato male. 
Juliette convince Warner a lasciarla andare con Kenji che la porta nel luogo dove ha trovato rifugio insieme ad altre 9 persone sopravvissute. Lì trova anche Adam e James. 
Il suo obiettivo però è chiaro, non ha più senso vivere di nascosto, Juliette vuole reagire, vuole trovare Anderson e ucciderlo, vuole cambiare il mondo.
Al suo fianco c'è già Warner che, animato da sentimenti sempre più profondi e ricambiati, sostiene Juliette in tutto e per tutto.
Inizia così un nuovo movimento di ribelli, non ribelli qualunque, ribelli speciali che finalmente riporteranno la giustizia.

La protagonista in questo libro cresce, matura, i suoi sentimenti diventano piano piano più chiari e decisi. Mi piace la Juliette determinata e pronta a tutto di questo ultimo libro. Mi piace un sacco! E mi piace il Warner che svela le sue debolezze e i suoi pensieri più intimi. 
Adam invece è insopportabile, spero che qualcuno sia d'accordo con me. Non ho intenzione di leggere Fracture me proprio perché è scritto dal suo punto di vista. 
Kenji si dimostra un amico sempre presente e sempre in grado di risollevare gli animi di tutti. Non a caso i momenti del libro più divertenti sono quelli dove c'è lui di mezzo.

Bellissima questa serie, bellissimo questo libro. Avrei preferito un capitolo in più, un epilogo, o addirittura un altro libro se devo essere sincera ma la fine aperta che la scrittrice propone è comunque soddisfacente.

Voi cosa ne pensate? Avete letto questa saga?
Scommetto che non c'è più nessuna team Adam... 
A presto!




martedì 23 settembre 2014

Teaser Tuesday #16: Ignite Me

Buonaseraaaaaa! Pensavate mi fossi dimenticata della mia rubrica preferita??? Ebbene no! Eccola qui in tutti il suo splendore con una citazione tratta dalla mia attuale lettura. A causa di impegni vari non ero ancora riuscita a continuare una delle saghe che ho preferito ultimamente. Ora però l'ho cominciato, lui, il terzo libro della seri Shatter Me: Ignite Me di Tahereh Mafi. 



"Teaser Tuesday" è una rubrica ad aggiornamento settimanale ideata dal blog Should Be Reading.
Le regole sono semplici: ogni martedì prendere uno dei libri che stiamo leggendo, aprirlo ad una pagina a caso e condividere una o due frasi facendo attenzione a non spifferare eventuali spoiler. Infine si riporta il titolo e l'autore del libro.
Condividete con me le vostre attuali letture!! La mia TBR List è in continuo aggiornamento!





Ho scelto con cura una citazione che non contenesse alcuno spoiler né riferimento ai personaggi in modo che chiunque possa apprezzare le fantastiche parole di questa scrittrice.

“Words, I think, are such unpredictable creatures.

No gun, no sword, no army or king will ever be more powerful than a sentence. Swords may cut and kill, but words will stab and stay, burying themselves in our bones to become corpses we carry into the future, all the time digging and failing to rip their skeletons from our flesh.” 

**Tradotto da me, perdonate eventuali errori**

"Le parole, credo, sono creature così imprevedibili. 
Nessuna pistola, nessuna spada, nessun esercito o re potrà mai essere più potente di una frase. Le spade potranno tagliare e uccidere, ma le parole ti pugnalano e rimangono, infiltrandosi nelle nostre ossa per diventare corpi che portiamo con noi nel futuro, scavando continuamente e non riuscendo a liberare i propri scheletri dalla nostra pelle."

Tratto da: Ignite Me di Tahereh Mafi

Per concludere festeggiamo il raggiungimento dei 100 followers!! Grazie a tutti per il sostegno :)


A presto!! Se volete, lasciatemi i link ai vostri teaser:)



domenica 21 settembre 2014

Il tuo meraviglioso silenzio di Katja Millay

Buongiorno a tutti e buona domenica! In questi giorni sono stata parecchio assente, perdonatemi, sono stata colpita da non so che genere di virus e sono rimasta a letto con la febbre :( molto triste.
Voi come state? Avete iniziato bene scuola/lavoro/università o siete in vacanza?

Siamo circa a metà giveaway e voglio parlarvi delle mie impressioni riguardo al libro che ho messo in palio... Il tuo meraviglioso silenzio di Katja Millay (aka The sea of Tranquility).


Amo la copertina originale che fa riferimento ad una delle scene più belle del libro e ha colori stupendi...decisamente meglio di quella italiana che fa sembrare il libro un erotico da due soldi. Senza contare che odio le traduzioni dei titoli che non ci azzeccano niente con il titolo originale. Ma se l'autrice ha scelto quel titolo ci sarà un motivo!! Pfff Voi cosa ne pensate??

Il romanzo parla di Nastya e Josh, due ragazzi che hanno dovuto vivere esperienze difficili che anche gli adulti farebbero fatica a metabolizzare. 
Nastya affronta il suo dolore in silenzio, nel vero senso della parola. Dopo l'incidente è stato difficile tornare a vivere, o meglio, a sopravvivere e da più di un anno ha deciso di non parlare con nessuno. Tutti nella sua città la conoscono come la Ragazza Piano ma ora, la sua passione per la musica non può proseguire e lei decide di trasferirsi dalla zia e ricominciare un'altra vita.
Josh ha perso tutte le persone care, una ad una: la madre, la sorella, il padre ed è solo. Tutti lo sanno e lo lasciano in pace. Anche lui non si relazione facilmente con la gente ma ha un amico, Drew che nonostante la facciata da spaccone, gli offrirà la speranza di essere felice.

"Una parte di noi l' ha sempre saputo che stavamo insieme perchè eravamo guasti.
Avevamo un legame basato su esperienze di vita che nessuno dei due avrebbe voluto vivere."

La vicenda è narrata dai due punti di vista, cosa che io adoro. Trovo sempre interessante poter sapere di più del personaggio attraverso la narrazione in prima persona, ma un libro totalmente in prima persona può essere restrittivo. Questa mi sembra una buona via di mezzo. 

I temi trattati dal libro sono i valori più importanti della vita,amore, morte, amicizia, famiglia ma l'autrice ha un modo di scrivere molto dolce e allo stesso tempo molto profondo, che non lascia insoddisfatti né annoiati. Comunque non mancano momenti divertenti e simpatici che lasciano il sorriso.
Il libro è autoconclusivo, ha una bellissima conclusione tra l'altro, ma niente serie da seguire...peccato perché alcuni personaggi potrebbero essere molto interessanti (per chi l'avesse letto parlo di Drew e di Tierney soprattutto).

Vorrei fare un sondaggio tra chi ha già letto questo libro: Quante di voi vorrebbero assaggiare i dolci di Nastya? Voglio i suoi biscotti!! E chi non vorrebbe un Josh fabbricamobili supertenero?

Insomma, non è la solita storia d'amore tra ragazzi problematici, è qualcosa di più...dovete leggerlo per capire fino in fondo di cosa sto parlando.

Cosa ne pensate? Avete letto recensioni negative riguardo a questo libro? Io nessuna... Lasciatemi le vostre impressioni :)

Se vi ho incuriosito abbastanza sappiate che avete la possibilità di vincere questo libro con il primo giveaway di questo blog che scadrà tra una decina di giorni! (Cliccate sul banner in alto a destra per accedere direttamente alla pagina). Non fatevi scappare questa opportunità e se avete già partecipato, ricordate che potete aumentare le vostre probabilità di vittoria condividendo e diffondendo la notizia!

A presto!!


domenica 14 settembre 2014

Minirecensione di Destroy Me di Tahereh Mafi

“This girl is destroying me.” 
"Questa ragazza mi sta distruggendo"




Ciao a tutti e buona domenica! Vi siete già ripresi dal sabato sera? Io ci sto lavorando... 
Oggi voglio parlarvi di Destroy Me, la mia ultima lettura. Visto che si tratta di un minilibro (un centinaio di pagine al massimo) ho deciso di fare una minirecensione anche perché sarebbe inutile riportare la trama, adesso vi dico perché.
Inizialmente ero un po' delusa per il fatto che mi aspettavo di leggere il seguito di Unravel Me e non una novella intermedia tra Shatter Me e Unravel Me. Errore mio: come al solito ho scaricato una serie di ebook sul mio Kindle senza preoccuparmi troppo di quale venisse prima... 
In pratica, in tutto il libro, il protagonista è il nostro amato Warner che narra dal suo punto di vista le vicende che abbiamo già letto in Unravel Me dal punto di vista di Juliette. Non so se mi sono spiegata muahuha.  
In poche pagine, la scrittrice delinea la personalità nascosta di Warner, personaggio che negli altri libri non ha avuto spazio introspettivo. Il suo atteggiamento studiato e sempre allerta viene così giustificato da un'infanzia difficile e un padre durissimo. Sotto l'impenetrabile corazza però si nasconde una persona diversa e tutto ciò viene a galla quando Warner trova il diario scritto da Juliette nel corso dei suoi giorni di prigionia. Il ragazzo si trova totalmente in sintonia con lei e inizia a maturare sentimenti sempre più profondi...

Consiglio senza ombra di dubbio questo libro a tutte le amanti di Warner. Non potete perdervelo. Ai fini della storia complessiva tuttavia non è essenziale quindi se siete Team Adam potete evitare di leggerlo ;)

Voi avete letto questo libro? Se l'avete recensito lasciatemi il vostro link così passo a vedere cosa ne pensate.

A presto!

PS: per non sbagliarmi più, pubblico (più per me che per voi) la sequenza giusta dei libri.



giovedì 11 settembre 2014

Chi ben Comincia #3: Il ritratto di Dorian Gray vs Gray

Buongiorno a tutti! In questi giorni sono stata un po' assente a causa della frenetica vita universitaria... voi cosa state facendo in questi giorni? Vi preparate per la scuola o per l'università? Raccontatemi qualcosa del vostro settembre, del vostro inizio del nuovo anno scolastico/accademico!
Io nel frattempo vi racconto come comincia un altro dei miei classici preferiti...


"Chi ben comincia"è una rubrica a cadenza settimanale, ideata dal blog "Il profumo dei Libri", che propongo ogni giovedì. Cercherò di farvi conoscere più classici possibili con la finalità di avvicinarci alla letteratura, proponendo un'alternativa al genere distopico/fantasy che ormai è il mio/nostro prediletto. 

Le regole sono poche e semplici:
- Prendete un libro qualsiasi contenuto nella vostra libreria
- Copiate le prime righe del libro (possono essere 10, 15, 20 righe)
- Scrivete titolo e autore per chi fosse interessato
- Aspettate i commenti

Oggi propongo un superclassico, superfamoso, superbello, superispirato romanzo:

Il ritratto di Dorian Gray di Oscar Wilde

Lo studio era intriso d'uno splendido odore di rose, e quando la lieve brezza estiva frusciava tra gli alberi del giardino, dalla porta aperta penetrava il pesante profumo delle serenelle, o quello più delicato dei rosaspini. Sdraiato nell'angolo di un divano coperto di stoffe persiane, e fumando, secondo la sua abitudine, un numero indefinito di sigarette, Lord Henry Wotton poteva vedere i fiori di un'acacia, colorati e dolci come il miele, quei rami fragili che pareva potessero appena sopportare una bellezza tanto splendida; e di quando in quando l'ombra fantastica di un uccello volante si proiettava e scorreva sulle pesanti tende di seta, con una specie di fuggitivo effetto giapponese, facendogli ricordare quei pittori di Tokio, dal viso di giada pallida, che pur servendosi d'un'arte necessariamente statica, cercano di rendere il senso della velocità e del moto.

Il cupo brusio delle api che si facevano strada attraverso l’erba alta non falciata, o volteggiavano con monotona insistenza attorno ai corni dorati e impolverati degli sparsi caprifogli, sembrava rendere l’immobilità più opprimente. Il tenue frastuono di Londra era come la nota di bordone di un organo lontano.

Al centro della stanza, fissato a un cavalletto verticale, stava il ritratto a figura intera di un giovane di straordinaria bellezza fisica e di fronte a esso, poco distante, sedeva l’artista, Basil Hallward, la cui improvvisa scomparsa alcuni anni prima aveva suscitato, al tempo, un certo scompiglio pubblico, e dato vita a così tante strane congetture.
Mentre il pittore guardava la forma gradevole e attraente che aveva tanto abilmente rispecchiato nella sua arte, un sorriso di piacere gli attraversò il volto, e parve quasi indugiarvi. Ma d’un tratto si riprese e, chiudendo gli occhi, si pose le dita sulle palpebre, come se cercasse d’imprigionare nella mente uno strano sogno da cui temesse di potersi risvegliare.

Probabilmente conoscete tutti Dorian Gray ma io lo amo e soprattutto adoro questo incipit e la scrittura ricercata di Oscar Wilde... Non potevo non citarlo tra i classici assolutamentissimamente da leggere.

Inoltre questo libro ha ispirato innumerevoli romanzi, tra gli ultimi "Gray" di Francesco Falconi. Io non l'ho ancora letto ma ho letto recensioni molto positive, voi l'avete letto? Inizia così...

Parigi, 7 febbraio 1910

Come il sole quando piove.
    Un raggio incrina l'antracite nel cielo.
    Una cascata di luce bagna place du Tertre. 
    Una folata di vento muove le chiome degli alberi nella piazza.
   Una goccia d'acqua scivola su una foglia. S'illumina come un diamante. Vola nell'aria. E s'infrange su un volto. 
   Il ragazzo si asciuga la guancia. Le dita della mano cariche di anelli d'oro. Solleva appena la testa, socchiude gli occhi. Le labbra si piegano in un sorriso. 
  E' seduto su uno sgabello, al bistrot A la Mère Catherine. Indossa una redingote a doppiopetto marrone scuro, attillata in vita, corta sulle cosce e con una coda che arriva fino al ginocchio. Ampi revers richiudibili gli scendono sulla schiena. La giacca è aperta, lascia intravedere una camicia gialla a maniche lunghe svasate sui polsi e una cravatta ascot color lilla. I pantaloni aderenti e a righe blu, terminano dentro stivali di un nero lucido come ossidiana.

A me, nonostante sia impossibile reggere il confronto con Oscar Wilde, questo libro ispira, fatemi sapere cosa ne pensate e, se avete recensito questo libro, lasciatemi un link così passo a dare un'occhiata per farmi un'idea.

Già che ci sono ringrazio tutti i partecipanti al giveaway, mi fa molto piacere aver scelto un libro che in tanti non vedete l'ora di leggere... se non capite di cosa sto parlando cliccate sul banner in alto a destra e andate a scoprirlo!!

A presto!

lunedì 8 settembre 2014

Unravel Me di Tahereh Mafi

Ciao Lettori! Le mie letture hanno dovuto subire un triste rallentamento dovuto alla combinazione di due rotture di scatole: un esame impellente dell'università e una fastidiosissima congiuntivite. Ho finito da qualche giorno Unravel Me, immaginate la mia sofferenza non potendo iniziare il seguito, che ho già pronto ad aspettarmi sull'ebook!
Spero di riuscire a rimediare presto, nel frattempo vi racconto qualcosa di questo libro... 

“Books are easily destroyed. But words will live as long as people can remember them.”
"I libri si possono distruggere facilmente. Ma le parole vivono finché le persone riescono a ricordarle"

 


Unravel me è il secondo libro della trilogia Shatter me scritta da Tahereh Mafi. La serie è molto famosa in America e tra i blog anche se gli editori italiani si ostinano a non pubblicarla. O meglio hanno pubblicato "Schegge di Me" (quanto non mi piace sta traduzioneeeee) ma non gli altri libri della serie. In ogni caso noi lettrici ce ne freghiamo e leggiamo il tutto in lingua. (Per chi avesse problemi so che la pagina facebook "The Book We Want To Read" traduce e mette a disposizione diverse cosine interessanti tra cui anche Unravel Me). L'inglese comunque è abbastanza semplice e la lettura piacevole, non vi serve un dizionario affianco per poterlo capire quindi provateci ;).

Passiamo alla trama: Juliette, Adam, James e Kenji sono arrivati all'Omega Point dove vengono accolti, nutriti e istruiti riguardo alla verità del loro mondo.Tutti lavorano insieme, in un megasotterraneo per sopravvivere ed affinare i poteri speciali di ciascuno. Esatto, Juliette non è l'unica ad avere poteri speciali e l'Omega Point sembra essere un rifugio per tutte le persone che, come lei, sono state lasciate agli angoli della società, considerate mostri. Il governo non è pienamente a conoscenza di ciò che questo movimento sta facendo, del cibo, delle armi e dell'elettricità che gli rubano. Ma presto lo capiranno. Warner infatti è alla disperata ricerca di Juliette ed è disposto a tutto per riaverla.

All'inizio del libro Juliette sembra adattarsi molto bene all'ambiente, all'outfit appositamente creato per lei, ma fatica a controllare i suoi poteri e come se non bastasse, la relazione con Adam si complica all'inverosimile.

Questa storia è piena di colpi di scena, seriamente, accadono delle cose che mai avrei pensato/immaginato ed è strano, di solito a metà libro so esattamente come va a finire la faccenda ma non con la Mafi. E Warner... cosa posso dire di Warner... *ç*
Nelle recensioni che ho letto qua e là non capivo perché lo osannassero tutte... adesso si , ho capito tutto e mi aggiungo al team ;)

Per intenderci, non è che Adam sia poi così male...ma Warner... vabeh ditemi un po' voi cosa ne pensate.

Sono rimasta incollata a questo libro finché non l'ho finito, non c'era verso di staccarmi e mi è piaciuto molto! Come ho già detto in un altro post ho trovato tra le pagine di questo romanzo una delle dichiarazioni d'amore più belle di sempre ma io sono una super romantica quindi forse non faccio testo!  

Avete letto questo libro o lo state leggendo? Cosa ne pensate? Vi aspettavate un colpo di scena del genere (poteri inaspettati di gente inaspettata?)

Ditemi che sono stata brava a non spoilerare nulla, sapete che non è facile XD

A presto!


 

domenica 7 settembre 2014

TAG Per ogni lettera, un libro

Ave lettori! Finalmente sono riuscita a trovare un po' di tempo per fare questo tag molto carino. Grazie Giada di Books in the starry night per la nomination ;)
Le lettere che mi sono state assegnate sono:C - H - F - V - R

Diamoci da fare ;)



Con la C potrei scrivere un'infinità di libri ma uno dei miei preferiti è....Colpa delle stelle di John Green




Spero vivamente che TUTTI abbiate letto questo libro in modo che adesso possiate andare a vederlo al cinema! Ho adorato questo libro che è finito immediatamente nella mia top ten, commovente e allo stesso tempo originale come pochi, penso che lo rileggerò presto, magari in lingua originale.



H come Hunger games di Suzanne Collins c'è poco da pensare. 



La saga che mi ha avvicinato al genere distopico, che mi ha aperto un mondo di letture nuovo e fantastico. Anche qui, c'è qualcuno che non ha letto questa saga? 
Non penso sia possibile XD Dei tre libri, il mio preferito, è il secondo, il vostro ?



F di Fangirl di Rainbow RowellLink alla recensione


Ho letto questo libro perché ho letto recensioni molto positive al riguardo ma a me non ha fatto lo stesso effetto. Un libro carino, ma che non ha lasciato il segno ecco. Probabilmente non sono abbastanza Fangirl da potermi immedesimare a pieno nella protagonista...



V come.... ma quanto è difficile trovare un libro che inizi con la V??? Ebbene si, mi avete scoperto: non ho mai letto un libro che inizia con la V (O.O), incredibile. Se avete qualche bel titolo da consigliarmi fare pure...non posso stare con questa lacuna




R per chiudere in bellezza e felicità XD: Requiem di Lauren Oliver



Carina come saga, ma finale totalmente insoddisfacente. Mi ha lasciato con l'amaro in bocca... voi cosa ne pensate? avete letto questa saga?

Ed ecco finito il booktag. Siete tutti calorosamente invitati a consigliare libri per riempire il buco V, ma anche a dirmi cosa ne pensate dei libri che ho citato. 
Li avete letti?Vi sono piaciuti?
Let me Know ;) A presto!



PS: non dimenticatevi di partecipare al giveaway! Trovate il banner in alto a destra 

venerdì 5 settembre 2014

Dal libro al film #3 : Colpa delle stelle




Buongiorno a tutti! Finalmente ieri è uscito in tutte le sale un film che io, come tante altre, aspettavo da un sacco di tempo: Colpa delle Stelle, tratto dall'omonimo libro di John Green.
Adoro l'atmosfera delle prime uscite di film così attesi. Tra gli spettatori si crea un sentimento quasi familiare, tutti si lasciano andare a risate e battutine e l'esperienza cinematografica è più ricca e divertente. Alla fine era tutto un soffiamento di nasi, singhiozzi e lacrime, davvero molto molto commovente. Meno male, avendo letto tante recensioni e commenti prima di vedere il film, sapevo cosa aspettarmi.




Riporto la trama per chi non avesse letto il libro. QUI trovate la recensione che avevo scritto qualche mese fa.
Hazel è un'adolescente che si autodefinisce miracolata: a 13 anni la davano per morta a causa di un tumore in metastasi ma, grazie alla scoperta di uno speciale farmaco, le sue aspettative di vita sono aumentate notevolmente. Ciò nonostante non può vivere una vita normale, si affatica facilmente ed è costretta e portare con sé una bombola di ossigeno per poter respirare normalmente. I genitori la spronano a partecipare ad un gruppo di supporto dove, persone con malattie simili raccontano le proprie esperienze e si danno forza a vicenda. Inizialmente non è molto entusiasta del gruppo ma poi conosce Augustus Waters: un ragazzo simpatico e affascinante. Da tempo Hazel non ha amici come lui con cui parlare, condividere speranze, emozioni, esperienze e soprattutto il suo libro preferito: "Un' imperiale afflizione". E sarà proprio questo libro a unirli sempre più.
Il film non mi ha minimamente deluso nonostante le aspettative fossero alle stelle. Ho amato il libro e temevo che la trasposizione cinematografica avrebbe tralasciato scene importanti e belle, ma non è stato così. Vedere questo film è stato come rileggere il libro in 2 ore. I dialoghi sono identici e gli attori scelti incarnano bene i personaggi. Hazel è interpretata da Shailene Woodley (l'avrete già vista in Divergent ;) ). Mi ha stupito la sua recitazione, molto espressiva e profonda anche se la voce con cui è stata doppiata non mi piace molto. Lo stesso vale per Ansel Elgort nei panni di Augustus, non potevano scegliere un attore più azzeccato per questo ruolo. Tutto ciò che avevo detto del libro vale anche per il film: la malattia è trattata in modo onesto e vero ma non pesante o scontato.
I personaggi sono complessi e totalmente diversi da quelli di altri libri che trattano temi simili, sono originali. La storia d'amore tra i due ragazzi non è mai sottovalutata e mi è piaciuto il modo in cui hanno presentato gli sms che i due si scambiavano via cellulare. 

Bellissimo il finale che ribadisce il significato di tutto il film: nonostante tutto, la vita va avanti e bisogna sfruttarla al massimo, sempre.  



E ora, andate tutti a vedere questo film, Okay?

A presto e Buona Visione!






PS: Sapete cosa ho fatto per promuovere il film? Ho aderito ad una iniziativa di TeamWorld e sono andata in giro per la città ad attaccare dei bellissimi post-it:

Ringrazio lo staff di Teamworld per i premi messi in palio aderendo a questa bella iniziativa. Per maggiori informazioni cliccate sul link  ;)

giovedì 4 settembre 2014

Chi ben Comincia #2 : Anna Karenina


Buongiorno Lettori! Settembre è iniziato e procede inarrestabile con tutte le sue scadenze e i suoi inizi... a proposito di inizi: siamo alla seconda settimana della rubrica "Chi ben Comincia"! 
"Chi ben comincia"è una rubrica a cadenza settimanale, ideata dal blog "Il profumo dei Libri", che propongo ogni giovedì. Cercherò di farvi conoscere più classici possibili con la finalità di avvicinarci alla letteratura, proponendo un'alternativa al genere distopico/fantasy che ormai è il mio/nostro prediletto. 


Le regole sono poche e semplici:
- Prendete un libro qualsiasi contenuto nella vostra libreria
- Copiate le prime righe del libro (possono essere 10, 15, 20 righe)
- Scrivete titolo e autore per chi fosse interessato
- Aspettate i commenti

Questa settimana tocca a ......*rullo di tamburi*.... Anna Karenina di Lev Tolstoj.

Sì, esattamente quel mattone di millanta pagine che non avete mai avuto il coraggio di leggere ma che troneggia sovrano nella vostra libreria.
Non fatevi intimidire dalla mole del romanzo, la storia d'amore o meglio le storie d'amore raccontate nel libro sono molto belle e appassionanti.  E infatti c'è prima di tutto la storia d'amore di una donna infelice, divisa tra due uomini, in una società che non tollera trasgressioni femminili.  E poi c'è la storia d'amore di Lenin, l'eroe bonaccione, l'uomo virtuoso (secondo alcuni, un riferimento autobiografico dell'autore). 
"Anna Karenina" è semplicemente un romanzo che ha come soggetto la ricerca della felicità in una società che comincia ad essere moderna. 
Quest'opera ha avuto numerosissimi adattamenti cinematografici, teatrali e televisivi (l'ultimo con Keira Knightely), io ho iniziato a vedere l'ultimo film ma non mi è piaciuto per niente e non l'ho neanche finito.

Eccovi l'Incipit:
"Tutte le famiglie felici si assomigliano fra loro, ogni famiglia infelice è infelice a suo modo.
Tutto era sossopra in casa degli Oblònskije. La moglie era venuta a sapere che il marito aveva avuto un legame con una governante francese ch'era stata in casa loro, e aveva dichiarato al marito che non poteva vivere con lui nella stessa casa. Questa situazione durava già da tre giorni ed era sentita tormentosamente e dagli stessi coniugi, e da tutti i membri della famiglia, e dai familiari. Tutti i membri della famiglia e i familiari sentivano che la loro coabitazione non aveva senso e che le persone incontratesi per caso in una locanda erano più unite fra loro che non essi, membri della famiglia e familiari degli Oblònskije. La moglie non usciva dalle sue stanze; il marito non era in casa da tre giorni; i bimbi correvano per tutta la casa come sperduti; la signorina inglese s'era bisticciata con la dispensiera e aveva scritto un biglietto a una amica, chiedendole di cercarle un nuovo posto; il cuoco se n'era andato via già il giorno prima durante il pranzo; la cuoca della servitù e il cocchiere s'erano licenziati."

Aloooora cosa mi dite? Vi ispira questa lettura? Vi assicuro che ne vale la pena, dovete solo avere un po' di tempo da dedicarci per evitare di dimenticare tutti i nomi bitorzoluti russi che compaiono.
Se qualcuno l'ha già letto si faccia avanti! Avrà tutta la mia stima ;)

PS: Non dite cose troppo negative perchè è uno dei miei libri preferiti e la cosa potrebbe ferirmi XD



E non dimenticatevi di partecipare al giveaway!!

mercoledì 3 settembre 2014

Shatter Me di Tahereh Mafi

“All I ever wanted was to reach out and touch another human being not just with my hands but with my heart.” 
"Tutto ciò che ho sempre voluto, è riuscire a toccare un essere umano ma non solo con le mie mani, con il mio cuore"




Shatter me è il primo libro della serie distopica scritta da Tahereh Mafi. Accompagnata dai consigli di altre innumerevoli blogger ho letto questo libro, o meglio ho divorato questo libro (finito in tre giorni, solo perché avevo altri impegni altrimenti non mi sarei mai staccata dalle pagine). 

Il romanzo è ambientato in un territorio Americano non definito proiettato in un lontano futuro. L'opera dell'uomo ha del tutto rovinato il pianeta: non esistono stagioni, gli animali sono quasi tutti estinti, non sempre si riesce a mettere qualcosa sotto i denti. Il nuovo governo ha l'obiettivo di ricominciare tutto da capo, eliminare tutte le tracce del passato, partendo da zero. Eliminare tutta la letteratura e inventare una nuova lingua. Nel frattempo la gente comune è sempre più insoddisfatta e pentita di aver sperato nel cambiamento sostenendo il nuovo governo, ma ormai è troppo tardi.   
Chiusa in un istituto psichiatrico da tre anni, Juliette cerca di non impazzire. Per tutta la sua vita ha lottato contro i pregiudizi delle persone che la reputano un mostro, un essere pericoloso, inumana. Persino i suoi genitori l'hanno allontanata e rilegata alla solitudine più assoluta. Prima di entrare nell'istituto, non poteva condurre una vita normale. Tutti stavano il più lontano possibile da lei, non volevano nemmeno sfiorarla, avevano paura di lei.  
Solo attraverso il tatto infatti, Juliette è in grado di infliggere un dolore allucinante, riesce a risucchiare l'energia vitale dalle persone provocando infine la morte. Per tutto il tempo di reclusione è stata sola, malnutrita, senza contatti né con l'esterno né con altre persone ma la sua solitudine sta finendo. Un ragazzo dai meravigliosi occhi blu viene recluso nella sua stessa cella e da qui la storia prende una bella piega, più avventurosa, più sentimentale, più...
Non svelo altro.
Leggetelo.

I personaggi sono tutti interessanti: Juliette è la protagonista non solo del libro ma anche della vita degli altri personaggi. Insomma, è il perno attorno al quale gira tutto il libro. Juliette ha sempre pensato che il suo tocco mortale fosse una disgrazia ma non tutti la pensano come lei. La storia d'amore che nasce all'interno del libro è allo stesso tempo tenera e affamata, molto coinvolgente. Immedesimarsi in Juliette, nonostante sia un mondo totalmente diverso, in condizioni diverse, è molto facile. Tutti i suoi pensieri sono scritti nero su bianco. Il mistero invece si posa sui personaggi che gravitano attorno a lei, che non sono mai del tutto comprensibili.
La desolazione che trapela dalle descrizioni dell'ambiente che circonda i personaggi è agghiacciante. Il quadro è molto chiaro, l'uomo ha sfruttato il pianeta a tal punto che adesso non è rimasto nulla, si è auto-annientato. 

Sappiate che, come sempre, ho fatto in modo di scrivere il meno possibile della trama per incuriosirvi senza farvi immaginare cosa succeda, in realtà è un po' più complessa. 
Le figure maschili presenti nel libro sono piuttosto affascinanti (ehm ehm ci siamo intesi...). 
Ho letto il libro in lingua inglese, semplice e scorrevole. Non ho avuto nessun problema. 

Avete già letto Shatter Me? Vi ha appassionato?
Le copertine di questa serie mi piacciono tantissimo, voi cosa ne pensate?
A presto!


martedì 2 settembre 2014

Teaser Tuesady #15: Unravel Me di Tahereh Mafi

Buongiorno Lettori! Vedo che il Giveaway vi sta piacendo e ne sono molto contenta. 
Grazie mille a tutti i partecipanti e benvenuti nuovi lettori!


"Teaser Tuesday" è una rubrica ad aggiornamento settimanale ideata dal blog Should Be Reading.
Le regole sono semplici: ogni martedì prendere uno dei libri che stiamo leggendo, aprirlo ad una pagina a caso e condividere una o due frasi facendo attenzione a non spifferare eventuali spoiler. Infine si riporta il titolo e l'autore del libro.


Il libro che sto leggendo al momento è Unravel Me di Tahereh Mafi , seguito di Shatter Me che a breve recensirò ;) Il libro mi sta piacendo molto e faccio una fatica terribile a lasciarlo giù per fare anche altre cose durante la giornata. Penso che capiate cosa intendo...


"Synonyms know each other like old colleagues, like a set of friends who've seen the world together. They swap stories, reminisce about their origins and forget that though they are similar, they are entirely different, and though they share a certain set of attributes , one can never be the other. Because a quiet night is not the same as a silent one, a firm man is not the same as a brilliant one because the way they wedge themselves into a sentence changes everything."

**Traduzione (fatta da me-perdonatemi se ci sono errori)**

"I sinonimi si conoscono tra loro come vecchi colleghi, come un gruppo di amici che hanno visto il mondo insieme. Si scambiano storie, rimpiangono le loro origini e dimenticano che anche se sono simili, sono completamente diversi, e anche se condividono un certo insieme di caratteristiche, uno non può mai essere l'altro. Perché una notte tranquilla, non è una notte silenziosa, un uomo tenace non è un uomo brillante, il modo in cui si inseriscono in una frase cambia tutto. "

da Unravel Me di Tahereh Mafi

Quali sono le vostre attuali letture? Anche voi avete letto queste libri? 
Condividete con me i vostri Teaser ;)
A Presto!


Altri post che possono interessarti...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...