sabato 27 settembre 2014

Ignite Me di Tahereh Mafi

"And we are quotation marks, inverted and upside down, clinging to one another at the end of this life sentence. Trapped by lives we did not choose.” 

" E noi siamo virgolette, invertiti e a testa in giù, aggrappati l'uno all'altro alla fine di questa frase che è la vita. Intrappolati in vite che non abbiamo scelto. "



Ignite me è il terzo libro della trilogia Shatter Me scritta da Tahereh Mafi. 
Potete trovare le recensioni dei libri precedenti cliccando sui seguenti link:


Alla fine del terzo libro Juliette, la protagonista della saga riceve un colpo mortale da parte di Anderson, il capo supremo dello stato, animato da pura e semplice vendetta. Il tutto avviene sotto lo sguardo sgomento di Warner che, con l'aiuto di Sara e Sonya, due ragazze guaritrici, riesce a curare la profonda ferita di Juliette. Tutto succede molto velocemente e di punto in bianco Unravel Me finisce, lasciandoci a bocca aperta, sperando di poter leggere il prima possibile il seguito.
Una volta iniziato Ignite Me non riuscivo più a lasciarlo giù, davvero, provare per credere. 
Inizialmente Juliette si sveglia in camera di Warner e cerca di ricostruire con il suo aiuto tutto ciò che è accaduto mentre è stata rapita e poi quasi uccisa. 
L'Omega Point è stato totalmente distrutto e la battaglia sul campo è stato un fallimento, nessuno è sopravvissuto. Juliette non può credere alle sue orecchie, e il dolore per tutto ciò che ha perso non le dà tregua. Solo dopo qualche giorno decide di andare a vedere con i suoi occhi ciò che è rimasto della vecchia base dell'Omega Point. Arrivati sul luogo una voce viene allo scoperto, è Kenji, ha resistito all'attacco e ora in cerca di altri sopravvissuti. Il sollievo nel vedere Juliette è grande ma vedere Warner non lo è altrettanto, è colpa sua se tutto è andato male. 
Juliette convince Warner a lasciarla andare con Kenji che la porta nel luogo dove ha trovato rifugio insieme ad altre 9 persone sopravvissute. Lì trova anche Adam e James. 
Il suo obiettivo però è chiaro, non ha più senso vivere di nascosto, Juliette vuole reagire, vuole trovare Anderson e ucciderlo, vuole cambiare il mondo.
Al suo fianco c'è già Warner che, animato da sentimenti sempre più profondi e ricambiati, sostiene Juliette in tutto e per tutto.
Inizia così un nuovo movimento di ribelli, non ribelli qualunque, ribelli speciali che finalmente riporteranno la giustizia.

La protagonista in questo libro cresce, matura, i suoi sentimenti diventano piano piano più chiari e decisi. Mi piace la Juliette determinata e pronta a tutto di questo ultimo libro. Mi piace un sacco! E mi piace il Warner che svela le sue debolezze e i suoi pensieri più intimi. 
Adam invece è insopportabile, spero che qualcuno sia d'accordo con me. Non ho intenzione di leggere Fracture me proprio perché è scritto dal suo punto di vista. 
Kenji si dimostra un amico sempre presente e sempre in grado di risollevare gli animi di tutti. Non a caso i momenti del libro più divertenti sono quelli dove c'è lui di mezzo.

Bellissima questa serie, bellissimo questo libro. Avrei preferito un capitolo in più, un epilogo, o addirittura un altro libro se devo essere sincera ma la fine aperta che la scrittrice propone è comunque soddisfacente.

Voi cosa ne pensate? Avete letto questa saga?
Scommetto che non c'è più nessuna team Adam... 
A presto!




Altri post che possono interessarti...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...